Skip to main content

Le strutture realizzate con il sistema brevettato KEYSTONE sono costituite da blocchi strutturali in calcestruzzo vibrocompresso ad alta resistenza, con interposte geogriglie di armatura e PIN di ancoraggio in fibra di vetro.

Il riempimento viene eseguito con materiale granulare di cava negli interspazi dei blocchi, mentre il sistema di collegamento con PIN in fibra di vetro, non necessità di ulteriori stuccature o applicazioni di malte.

Questo sistema molto veloce, consente di realizzare muri di contenimento a secco in modo da ottenere una struttura solida, economica, facile da posare ed esteticamente gradevole.

L’efficacia e la resistenza a livello statico del collegamento blocco-PIN-geogriglia sono certificate dall’azienda Keystone Reatining Wall System.

keystone pavesmac

keystone

gabbionata 1

 

gabbionata 3

Un altro sistema per realizzare muri di contenimento sono le gabbionate: strutture in gabbioni utilizzate nella realizzazione di muri di sostegno di sottoscarpa e di controripa in ambito di consolidamento di versante, stradale, ferroviario e idraulico.

I gabbioni sono strutture scatolari realizzate in rete metallica tessuta con filo di ferro galvanizzato a caldo con rivestimento in lega Zinco-Alluminio e/o polimero plastico. La maglia esagonale che forma la struttura è a doppia torsione tipo 8×10. Le strutture scatolari vengono riempite in cantiere con pietrame di idonee caratteristiche e pezzatura.

Le caratteristiche proprie di flessibilità e drenaggio dei gabbioni conferiscono ai muri di sostegno così realizzati lo status di miglior struttura per la mitigazione di fenomeni franosi.

Le gabbionate possono essere rinverdite con inserimento di talee, che dovranno essere di specie autoctone idonee al sito con portamento arbustivo, di lunghezza tale da assicurare il radicamento nel terreno. La realizzazione di opere combinate di Ingegneria Naturalistica con gabbioni e talee ha una importante funzione di mitigazione dell’impatto ambientale.